Come Israele manipola la lotta contro l’antisemitismo

Ciò che interessa al governo israeliano e a molti dei suoi sostenitori non è la lotta del tutto giustificata contro l’antisemitismo. Copertina – Benyamin Netanyahu alla commemorazione della retata del Velodromo d’hivèr, 16 luglio 2017.

continua Come Israele manipola la lotta contro l’antisemitismo — Notizie dal Mondo

Annunci

VIDEO. Basta sanzioni al Venezuela: in 2 minuti la sintesi di una strategia criminale

 

La CELAG ha realizzato uno studio in cui mostra che il blocco finanziario internazionale contro il Venezuela dal 2013 ha comportato una perdita di 350 miliardi nella produzione di beni e servizi tra il 2013 e il 2017. In questo video dell’AntiDiplomatico vi abbiamo riassunto tutti i passaggi di come le sanzioni – assolutamente illegali…

continua VIDEO. Basta sanzioni al Venezuela: in 2 minuti la sintesi di una strategia criminale — Notizie dal Mondo

Gli Stati Uniti e le potenze straniere sostengono gruppi terroristici, dice Rouhani nell’incontro con Erdogan

Il presidente iraniano Hassan Rouhani (S) e il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan stringono la mano ai margini di un summit siriano nella città turistica russa di Sochi il 14 febbraio 2019. (Foto IRNA)14 febbraio 2019

Il Presidente iraniano Hassan Rouhani si è scagliato contro gli Stati occidentali, in particolare gli Stati Uniti…

via Gli Stati Uniti e le potenze straniere sostengono gruppi terroristici, dice Rouhani nell’incontro con Erdogan — Notizie dal Mondo

La conferenza di Varsavia contro l’Iran finisce in un flop

Moon of Alabama 13 febbraio 2019 Gli Stati Uniti avevano chiesto un incontro anti-Iran ad alto livello in Polonia. Lo scopo era allineare alleati e barboncini all’agenda degli USA sull’Iran, per spingerli almeno a emettere sanzioni più severe. Ma gli europei l’hanno respinto.

via La conferenza di Varsavia contro l’Iran finisce in un flop — Notizie dal Mondo

Venezuela. Sono state irregolari le elezioni vinte da Maduro nel 2018?

di Fabrizio Verde «Il governo ritiene che le scorse elezioni presidenziali non attribuiscono legittimità democratica a chi ne è uscito vincitore, cioè Nicolas Maduro». Questo è quanto dichiarato dal ministro degli Esteri dell’Italia, Enzo Moavero Milanesi, in una comunicazione alla Camera sulla crisi in Venezuela. 504 altre parole

via Venezuela. Sono state irregolari le elezioni vinte da Maduro nel 2018? — Notizie dal Mondo

 

Controllare il messaggio, controllare il mondo: Dal Vietnam al Venezuela

Scott Patrick 12 febbraio 2019 Nel 2019, un colpo di stato sostenuto dagli Stati Uniti sta avendo luogo in America Latina contro il…

via Controllare il messaggio, controllare il mondo: Dal Vietnam al Venezuela — Notizie dal Mondo

Le sfaccettature del continuo colpo di Stato in Venezuela

L’autoproclamazione di Juan Guaidó con il sostegno degli Stati Uniti e il blocco finanziario contro il Venezuela fanno parte del continuo colpo di stato. | Foto: Reuters12 febbraio 2019 Le guarimbas in Venezuela sono state uno strumento di violenza dell’opposizione per raggiungere il potere. Una strategia di colpo di stato che continua anche oggi.

via Le sfaccettature del continuo colpo di Stato in Venezuela — Notizie dal Mondo

Maduro propone elezioni parlamentari anticipate in Venezuela

2 febbraio 2019 20:08 Il presidente venezuelano Niñolas Maduro ha chiesto elezioni anticipate all’Assemblea nazionale, un organo legislativo dominato dall’opposizione e guidato da Juan Guaido che si è dichiarato leader ad interim la scorsa settimana. La dichiarazione di Maduro arriva mentre migliaia si radunano nelle strade di Caracas sia…

via Maduro propone elezioni parlamentari anticipate in Venezuela — Notizie dal Mondo

La vera ragione del golpe in Venezuela: l’opposizione ha offerto agli USA il 50% dell’industria petrolifera nazionale

Il primo golpe in Venezuela ordito in quel di Washington risale al 2002. Fallì miseramente con il Comandante Chavez che torna in sella a furor di popolo. Le ingerenze di Washington sono state e rimangono una costante nella politica di Caracas. La ricchezza di petrolio e risorse naturali fanno troppo gola all’ingombrante vicino di casa…

via La vera ragione del golpe in Venezuela: l’opposizione ha offerto agli USA il 50% dell’industria petrolifera nazionale — Notizie dal Mondo

La Cina sospende “totalmente” l’acquisto di greggio statunitense

La Cina sospende totalmente l'acquisto di greggio statunitense

Le spedizioni di petrolio dagli Stati Uniti La Cina è stata sospesa. Ad annunciarlo è stato ieri il presidente della China hants Energy Shipping Co, Xie Chunlin. “Siamo uno dei più grandi vettori di petrolio greggio dagli Stati Uniti alla Cina, abbiamo avuto tanti affari, ma ora è tutto completamente fermo”, ha dichiarato.

Sebbene il petrolio non sia incluso negli elenchi dei prodotti statunitensi sanzionati con i nuove dazi contro la Cina, gli importatori di petrolio non hanno effettuato nuovi ordini. “Purtroppo è successo. La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, probabilmente avrà ripercussioni nell’industria dei trasporti”, ha aggiunto Xie Chunlin, che ha anche sottolineato come la disputa commerciale costringa la Cina ad acquistare soia da altri fornitori, quindi ora il suo paese acquisisce la maggior parte di quel prodotto in Sud America.

Unipec, il ramo commerciale dell’azienda statale cinese Sinopec, ha congelato le importazioni di petrolio statunitense per via della guerra commerciale in atto tra Washington e Pechino. Secondo quanto riportava ieri Reuters, non è chiaro quanto durerà lo stop anche se le fonti interpellate ammettono che Unipec non ha in programma acquisti di greggio Usa almeno fino a ottobre.

A giugno, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva imposto dazi per 50 miliardi di dollari contro le importazioni di beni cinesi. In risposta, Pechino ha adottato una tariffa del 25% su 659 prodotti statunitensi, anch’essi del valore complessivo di 50 miliardi di dollari.

Notizia del: