ENI: corruzione in Nigeria, un morto sulla piattaforma di Ancona, 100 incidenti in Basilicata

Ecco qui, in un breve riassunto la nostra petrol-ditta nazionale.

Uno schifo che nessuna operazione di chirugia estetica puo’ risanare.

Basilicata 100esimo incidente ENI in sette anni – Piattaforma Barbara ENI (Ancona) : 1 morto e due feriti – Nigeria: assieme alla Shell ENI accusata di 1.3 miliardi di USD in mazzette.

continua Notizie dal Mondo

 

Annunci

Rapporto ONU sull’apartheid israeliano

Rapporto Onu: Pratiche israeliane nei confronti del popolo palestinese e questione dell’Apartheid di Richard Falk e Virginia Tilley Dal 10 al 17 marzo 2019 sarà in Italia e in Slovenia (Torino, Lubiana, Trieste, Bologna, Roma) per una serie di incontri la Prof. Virginia Tilley, co-autrice, insieme al giurista Richard Falk, del rapporto commissionato dall’ONU

continua Rapporto ONU sull’apartheid israeliano — Notizie dal Mondo

Mentre il ministro degli esteri italiano va a fare la guerra in Polonia; Cuba, Cina, Russia, Turchia e addirittura Palestina inviano 933 tonnellate di materiale medico in Venezuela

14 febbraio 2019 Almeno 64 contenitori di medicinali provenienti dalle alleanze del Venezuela con altri governi hanno raggiunto i porti del paese sudamericano.

Un totale di 64 container con 933 tonnellate di materiale medico è arrivato questo mercoledì al porto di La Guaira in Venezuela.

Il ministro della salute venezuelano Carlos Alvarado ha spiegato che questi farmaci e materiale medico provengono dalle alleanze del venezuelano con , , , Palestina, Turchia, tra gli altri…

via Mentre il ministro degli esteri italiano va a fare la guerra in Polonia; Cuba, Cina, Russia, Turchia e addirittura Palestina inviano 933 tonnellate di materiale medico in Venezuela — Notizie dal Mondo

L’Italia per fortuna non è una Repubblica presidenziale

L'Italia per fortuna non è una Repubblica presidenziale

di Giorgio Cremaschi

Mi pare che la finta sinistra piddino mediatica nelle sue pressioni, non so quanto sollecitate, su Mattarella affinché blocchi la nomina di quel pericoloso sovversivo – scherzo, lo chiarisco per chi non capisce l’ironia- di Paolo Savona, mostri tutta la sua ignoranza e persino disprezzo della nostra Costituzione.

Il Presidente della Repubblica può e deve giudicare le e i candidati a ministro per la dirittura morale, per i valori di fondo, per le competenze e per eventuali conflitti d’interesse. Su questo terreno il presidente può e deve bocciare una proposta, se non la dovesse ritenere adeguata. E diciamo che se nel passato i presidenti della Repubblica fossero stati sempre rigorosi su questo piano, beh le cose in politica andrebbero un pochino meglio.

Però il Presidente della Repubblica NON può giudicare la linea e le idee politiche di un candidato ministro, questo potere spetta solo al Parlamento. Verso il quale il presidente può manifestare costituzionalmente la sua opinione politica con messaggi diretti o con il rifiuto motivato di firmare leggi che non condivide. Questo può fare sul piano delle linee politiche il nostro presidente, ma non rifiutarsi di nominare un ministro le cui idee politiche non gli piacciano. L’Italia, per fortuna, non è una repubblica presidenziale.

Sorgente: L’Italia per fortuna non è una Repubblica presidenziale

Lenin – tutte le opere da leggere e scaricare

Lenin.jpeg

1894 Che cosa sono gli amici del popolo e come lottano contro i socialdemocratici ITA

1895 Articolo biografico su Engels ITA

1895 Articolo biografico su Engels RUS

1897 I compiti dei socialdemocratici russi ITA

1899 A proposito della profession de foi ITA

1899 Articoli per la Robaciaia Gazeta ITA

1899 Protesta dei socialdemocratici russi ITA

1899 Una tendenza retrograda nella socialdemocrazia russa ITA

1901 Da che cosa cominciare ITA

1901 La rivista Svoboda ITA

1901 Un colloquio con i sostenitori dell’economismo ITA

1902 Che fare ITA

1902 Che fare RUS

1902 I compiti del movimento socialdemocratico ITA

1902 L’agitazione politica e il Punto di vista di classe ITA

1902 Lettera ad un compagno sui nostri compiti organizzativi ITA

1903 A proposito delle relazioni dei comitati dei gruppi del POSDR al Congresso generale del partito ITA

1906 Bilancio del Congresso ITA

1906 Una nuova ascesa ITA

1907 La lotta elettorale a Pietroburgo e i menscevichi ITA

1908 Marxismo e revisionismo ITA

1908-1909 Progetto di risoluzione sul momento attuale e sui compiti del Partito ITA

1909 In cammino ITA

1909 L’atteggiamento del partito operaio verso la religione ITA

1910 Ivan Vasìl’evic Babuskin – necrologio ITA

1912 Partito illegale e lavoro legale ITA

1913 Gli armamenti e il capitalismo ITA

1913 I destini storici della dottrina di Karl Marx ITA

1913 Tre fonti e tre parti integranti del marxismo ITA

1914 La guerra e il socialismo internazionale ITA

1914 La guerra e la socialdemocrazia russa ITA

1914 La situazione e i compiti dell_Internazionale Socialista ITA

1914 Sull’orgoglio nazionale dei Grandi-Russi ITA

1915 Il fallimento della Seconda Internazionale ITA

1915 Il proletariato rivoluzionario e il diritto di autodecisione delle nazioni ITA

1915 Il socialismo e la guerra ITA

1915 La conferenza delle sezioni estere del Partito operaio socialdemocratico russo ITA

1915 Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa ITA

1915 Sulla parola d’ordine degli Stati Uniti d’Europa RUS

1916 L’imperialismo e la scissione del socialismo ITA

1916 L’imperialismo fase suprema del capitalismo ITA

1916 Sulla tendenza nascente dell’economicismo imperialistico ITA

1917 L’insurrezione è un’arte ITA

1917 La guerra e la rivoluzione ITA

1917 Lettere da lontano ITA

1917 Lettere sulla tattica ITA

1917 Per il pane e per la pace ITA

1917 Stato e Rivoluzione ITA

1917 Stato e Rivoluzione RUS

1917 Sui compiti del proletariato nella rivoluzione attuale (Tesi di aprile) ITA

1917 Sui compiti del proletariato nella rivoluzione attuale (Tesi di aprile) RUS

1917 VII Conferenza Panrussa del POSDR (Conferenza di aprile) ITA

1918 Cosa strana e mostruosa ITA

1918 Democrazia e Dittatura ITA

1918 Democrazia e Dittatura RUS

1918 Discorso sull’educazione al primo congresso di tutta la Russia ITA

1918 La rivoluzione proletaria e il rinnegato Kautsky ITA

1918 La rivoluzione proletaria e il rinnegato Kautsky RUS

1918 Le preziose ammissioni di Pitirim Sorokin ITA

1918-1919 Agli americani ITA

1919 Ai Compagni Italiani ITA

1919 Conquistato e registrato ITA

1919 Economia e politica nell’epoca della dittatura del proletariato ITA

1919 La III Internazionale e il suo posto nella storia ITA

1919 Progetto di programma del PCR_b_ ITA

1920 Alle operaie ITA

1920 Risposta alle domande del corrispondente del giornale inglese Daily Express ITA

1921 L’epurazione del partito ITA

1921 La Nuova politica economica e i compiti dei centri di educazione politica ITA

1921 La giornata internazionale delle operaie ITA

1921 La tattica del Partito comunista russo ITA

1921 Nuovi tempi, vecchi errori in forma nuova ITA

1921 Per il quarto anniversario della rivoluzione d’Ottobre ITA

1922 Da Note di un Pubblicista – Luxemburg ITA

1922 Lettera al Congresso (Testamento di Lenin) ITA

1922 Sull’attribuzione di funzioni legislative al GOSPLAN ITA

1922 Sulla questione delle nazionalità o della autonomizzazione ITA

1923 Come riorganizzare l’Ispezione operaia e contadina ITA

1923 Lettera a Stalin ITA

1923 Meglio meno, ma meglio ITA

1923 Paginette di diario ITA

1923 Sulla Cooperazione ITA

1923 Sulla Nostra Rivoluzione ITA

Parla Patrick Corsi, l’italiano ferito in Cisgiordania da soldati israeliani: “Sono vivo per miracolo”

Vivo per miracolo: un italiano in Cisgiordania è stato colpito da un proiettile che si è fermato tra cuore e polmone. Si tratta di Patrick Corsi, 30 anni, dell’organizzazione International solidarity movement. Prendeva parte a una protesta a Kafr Qaddum, un villaggio nei pressi di Nablus. A sparargli contro un militare israeliano. Lo ha intervistato al telefono per Rainews24 Ilario Piagnerelli –

QUI il VIDEO