Gli studenti all’Università di Illinois-Chicago votano a favore del disinvestimento

Il 15 febbraio 2016, la giunta direttiva degli studenti universitari dell’UIC [Università dell’Illinois a Chicago. Ndtr.] ha votato all’unanimità una risoluzione per sollecitare l’università ad abbandonare ogni rapporto con società che traggono profitto dall’occupazione israeliana e da altre violazioni dei diritti umani.

La risoluzione di “UIC per Disinvestire” mira a porre fine alla complicità dell’UIC in investimenti nell’ambito di società multinazionali che traggono attivamente profitto e consentono le violazioni dei diritti umani, tra cui G4S [multinazionale inglese del settore della sicurezza], Hewlett-Packard [informatica], Caterpillar [macchinari per il movimento terra], Lockheed Martin, Boeing [imprese aeronautiche] e Foxconn [multinazionale taiwanese di apparecchi elettrici ed elettronici]. Nella risoluzione, si sottolinea anche la trasparenza, chiedendo all’università di condividere il suo quadro di investimenti con l’opinione pubblica e definire un ruolo per gli studenti nel comitato per gli investimenti del consiglio di amministrazione.

“UIC per Disinvestire” è un movimento studentesco del Campus, composto da 24 organizzazioni, che chiedono all’UIC di evitare tutte le violazioni dei diritti umani. Questa votazione è avvenuta dopo diverse settimane di campagna della coalizione “UIC Disinvestire” per mobilitare il corpo studentesco, con la raccolta di più di 800 firme a sostegno.

Nel 1987, UIC ha parzialmente disinvestito dall’apartheid in Sudafrica, in risposta alle massicce pressioni degli studenti. Pertanto, UIC ha uno storico impegno di disinvestimento e una lunga tradizione di impegno per la giustizia sociale. La risoluzione approvata stasera è indicativa dell’ impegno di “UIC per Disinvestire” per fare pressione sull’UIC in appoggio del suo impegno a favore degli investimenti socialmente responsabili.

“Questo voto giunge dopo settimane di duro lavoro degli studenti dell’UIC per sensibilizzare gli studenti del campus. Abbiamo messo in atto molteplici azioni, workshop, eventi e abbiamo fatto presentazioni per giorni nel centro per gli studenti, raccogliendo centinaia di firme per una petizione, al fine di garantire che gli studenti fossero informati in merito alla questione. Siamo entusiasti del fatto che la giunta direttiva degli studenti abbia fatto la cosa giusta nel votare all’unanimità per il disinvestimento, resistendo alle pressioni di chi si opponeva e di organizzazioni lobbistiche esterne,” ha detto Ahmad Albanna, membro della giunta e attivista di “UIC per Disinvestire”.

Mentre il voto di stasera per il disinvestimento è un passo importante per il movimento a favore del disinvestimento, siamo consapevoli che questo è solo l’inizio. Siamo impegnati a lavorare per sollecitare l’università a disinvestire interamente dall’occupazione israeliana e da tutte le forme di oppressione delle comunità emarginate, e per far rispettare le richieste dei suoi studenti.

( Fonte: Bdsitalia.org )

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s