Ministry: 14 Palestinians killed, 1,000 injured since Oct. 1 – Ministero: dal primo di ottobre 14 Palestinesi uccisi e 1000 feriti

Oct. 9, 2015 11:19 P.M. (Updated: Oct. 10, 2015 12:02 P.M.)

Palestinian soldiers mourn over the body of 13-year-old Abed al-Rahman Obeidallah, one of several killed in the latest round of violence. (AFP/Musa Al-Shaer, File)

BETHLEHEM (Ma’an) — Fourteen Palestinians have been killed by Israeli forces and around 1,000 injured with live and rubber-coated steel bullets in the occupied West Bank and Gaza Strip since Oct. 1, the Palestinian Ministry of Health said Friday. By the end of the day on Friday alone, seven Palestinians were killed and around 200 injured with live and rubber-coated steel bullets, while seven suffered from bruises after being physically assaulted by Israeli forces in clashes across the West Bank and Gaza Strip. According to the ministry, the numbers include those who were admitted to hospitals, while hundreds of others were treated on the scene.In the Gaza Strip, six Palestinians were killed and 145 others injured by the end of the day as Israeli military forces opened fire at a demonstration by the border fence east of Gaza City and near Khan Younis, the ministry said.In Hebron, Mohammad Al-Jabari,19, was killed after allegedly stabbing an Israeli border police officer and 11 were injured, three with live bullets in the feet, the rest with rubber-coated steel bullets. One of the latter was hit in the head and taken to Yatta hospital. In ongoing clashes near the Beit El settlement in the Ramallah district, eight people were injured with live bullets and 22 with rubber-coated steel bullets, according to the ministry. Four those injured are currently in serious condition.As clashes persisted in Bethlehem, five were injured with rubber-coated steel bullets and one with live bullet in the foot, the ministry said.Three Palestinians were injured with live bullets in the stomach and feet in clashes in Kafr Qaddum near Qalqiliya, and six others were beaten up by Israeli forces and settlers in Beit Furik in Nablus, one of them suffering fractures to the head. In Jenin, nine were injured with live bullets to the feet and two with rubber-coated steel bullets, including one Palestinian who was hit in the neck.Another Palestinian suffered several bruises and fractures after being beaten up by Israeli forces in Jericho, the ministry added.According to Ma’an reports, eight of those killed since the beginning of the month have been shot by Israeli forces during demonstrations and clashes, including a 13-year-old boy. The majority of the others were killed during alleged stabbing attacks and are below the age of twenty.Four Israelis have been killed during the same time period, two of whom were Israeli settlers.High fatality and injury rates since the beginning of the month come as Prime Minister Benjamin Netanyahu vowed on Thursday to take action against “inciters” and “attackers” in the wake of a series of stabbing attacks on Israelis.
Rights groups have argued that Israeli forces use unnecessary and fatal methods of “crowd control” against Palestinians, especially in the aftermath of the recent approval of the use of .22 caliber bullets in occupied East Jerusalem.Arguing that the new law expands the ability for Israeli forces to target Palestinians, PLO secretary-general Saeb Erekat said: “The Israeli government continues to incite against Palestinian lives, with a culture of hate that dehumanizes a whole nation.”Tensions have soared across Israel and the occupied Palestinian territories in recent weeks following a series of stabbing attacks by both Israelis and Palestinians, and violent attacks by Israeli settlers on Palestinians.

Ministero: dal primo di ottobre 14 Palestinesi uccisi e 1000 feriti

350485C

Betlemme-Ma’an.Quattordici Palestinesi sono stati uccisi dalle forze israeliane e circa 1.000 feriti, con proiettili veri e ricoperti di gomma in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza a partire dal 1° di ottobre, ha dichiarato venerdì il ministero della Sanità palestinese.

Nella sola giornata di venerdì, sette Palestinesi sono stati uccisi e circa 200 feriti con proiettili veri e ricoperti di gomma, mentre altri sette sono rimasti contusi dopo essere stati aggrediti fisicamente dalle forze israeliane durante gli scontri in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.

Secondo il ministero, queste cifre comprendono quelli che sono stati ricoverati negli ospedali, mentre centinaia di altri sono stati curati sul posto.

Nella Striscia di Gaza alla fine della giornata sei Palestinesi sono stati uccisi e 145 feriti, quando le forze israeliane hanno aperto il fuoco durante una manifestazione lungo il confine a est della città di Gaza e vicino a Khan Younis, ha riferito il ministero.

A Hebron, Mohammad Al-Jabari, 19 anni, è stato ucciso dopo il presunto accoltellamento di un poliziotto di frontiera e 11 sono stati feriti, tre ai piedi con proiettili veri, i restanti con pallottole ricoperte di gomma. Tra questi ultimi, uno è stato colpito alla testa e portato all’ospedale di Yatta.

Durante gli scontri vicino alla colonia di Beit El, nel distretto di Ramallah, otto persone sono rimaste ferite con proiettili veri e 22 con proiettili ricoperti di gomma, secondo il ministero. Quattro di questi feriti sono attualmente in gravi condizioni.

Mentre proseguivano gli scontri a Betlemme, cinque sono stati feriti con proiettili ricoperti di gomma e uno al piede con proiettile vero, ha riportato il ministero.

Tre Palestinesi sono stati colpiti allo stomaco e ai piedi con proiettili veri a Kafr Qaddum, vicino a Qalqiliya, ed altri sei sono stati picchiati dalle forze israeliane e dai coloni a Beit Faruk, Nablus; uno di loro ha subito fratture al capo.

A Jenin, nove sono stati feriti ai piedi con proiettili veri e due con proiettili di acciaio ricoperti di gomma, compreso un Palestinese che è stato colpito al collo.

Un altro Palestinese ha subito varie contusioni e fratture dopo essere stato picchiato dalle forze israeliane a Gerico, ha aggiunto il ministero.

Secondo i resoconti di Ma’an, otto di coloro che sono stati uccisi dall’inizio del mese sono stati colpiti dalle forze israeliane durante le manifestazioni e gli scontri, compreso un tredicenne. La maggior parte degli altri è stata uccisa durante presunti attacchi con coltelli ed erano tutti sotto i vent’anni di età.

Quattro israeliani sono stati uccisi nello stesso periodo, due dei quali erano coloni.

L’alto numero di morti e feriti dall’inizio del mese sono avvenuti dopo che il primo ministro Benjamin Netanyahu aveva promesso di agire contro “provocatori” e “aggressori” sulla scia di una serie di accoltellamenti contro gli israeliani.

Gruppi per i diritti umani hanno sostenuto che le forze israeliane utilizzano metodi di “controllo di massa” inutili e letali contro i Palestinesi, soprattutto dopo la recente approvazione dell’utilizzo di pallottole calibro 0.22 a Gerusalemme Est occupata.

Sostenendo che la nuova legge amplia la possibilità per le forze israeliane di colpire i Palestinesi, il segretario generale dell’OLP, Saeb Erekat, ha dichiarato: “Il governo israeliano persiste ad incitare contro la vita dei Palestinesi, con una cultura di odio che disumanizza una intera nazione”.

Le tensioni sono salite alle stelle in Israele e nei territori palestinesi occupati nelle recenti settimane a seguito di una serie di accoltellamenti effettuati sia da israeliani che da palestinesi, e di aggressioni violente di coloni israeliani contro i Palestinesi.

(Soldati palestinesi vegliano il corpo del tredicenne Abed al-Rahman Obeidallah, uno dei tanti uccisi nell’ultima tornata di violenze. AFP/Musa Al-Shaer, File).

Traduzione di Aisha Tiziana Bravi

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s