Exxon Valdez: dopo 25 anni tutti i lavoratori delle operazioni di pulizia sono morti o malati


La vita media per chi ha lavorato in Alaska dopo lo scoppio e’ stata di 51 anni.

I pochi rimasti in vita soffrono di tossi persistenti, lacrimazione agli occhi, nausea, vomito e dolori in tutto il corpo. La persona tipica che si rese disponibile ad aiutare nelle operazioni di pulizia in Alaska era economicamente in difficolta’ (e chi senno’ andrebbe di sua spontanea volonta’ in mezzo al petrolio?) che per sei settimane ha spruzzato acqua bollente in mare e lungo la sabbia con evaporazione di petrolio in atmosfera. Che ha ovviamente inalato.

No all’Italia petrolizzata: Exxon Valdez: dopo 25 anni tutti i lavoratori delle operazioni di pulizia sono morti o malati.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s