Expo, l’avvocato Mazzali: “Gli arrestati dopo il corteo andrebbero scarcerati”

‘Dura lex, sed lex’. A Milano è caccia ai black bloc e l’opinione comune è che la pena per chi ha messo in scena una vera guerriglia urbana deve essere esemplare. Una richiesta che non tiene conto dello scopo educativo di una condanna – che arriva solo dopo un processo – e che somiglia più a una caccia alle streghe. Mirko Mazzali, considerato l’avvocato dei centri sociali milanesi e fino a pochi giorni fa capogruppo di Sel a Palazzo Marino, è una voce fuori dal coro. “La custodia cautelare – dice intervistato dall’Adnkronos – dovrebbe essere l’extrema ratio“.

I cinque arrestati – che hanno partecipato al corteo ‘No Expo’ del primo maggio che ha lasciato alle sue spalle vetrine devastate e auto bruciate – “sono imputati di episodi di resistenza a pubblico ufficiale non particolarmente gravi, si parla di lancio di oggetti ma senza che questo abbia provocato feriti. Per gli incensurati, il pericolo di reiterazione del reato – vista l’episodicità del fatto – non c’è sicuramente, come per gli altri che hanno precedenti ma non specifici”. Non sussistono – a dire del legale che non difende nessuno degli arrestati – i presupposti per lasciarli dietro le sbarre. Una considerazione “che tiene conto della legge”, anche se tra politici e gente comune la richiesta di manette sembra sempre più in voga.

Le pene – ricorda Mazzali – non devono essere esemplari, devono semplicemente essere giuste, emesse da un giudice dopo un processo, con il rispetto delle garanzie difensive garantite dalla Costituzione. Chi va in corteo travisato o con un casco commette un reato, previsto dal Testo unico di pubblica sicurezza, ma è inutile gridare allo scandalo se non lo arrestano perché il limite di pena non lo prevede“. Un vademecum per tanti politici che le leggi le hanno votate.

viaExpo, l’avvocato Mazzali: “Gli arrestati dopo il corteo andrebbero scarcerati” – Adnkronos.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s