“One Book, Many Communities”: la letteratura palestinese per tutti

editoriaraba

Su ResetDOC ho scritto un commento sulla campagna letteraria “one Book, Many Communities”, lanciata in tutto il mondo dal network di librai e bibliotecari Libriarians and Archivists with Palestine, che ha promosso la lettura del romanzo Ogni mattina a Jenin, di Susan Abulhawa. Alla campagna, qui in Italia abbiamo aderito in molti, io compresa. 

C’è un romanzo palestinese che nello scorso mese di gennaio ha unito più di 40 città in sette stati diversi, Italia inclusa. È Ogni mattina a Jenin, di Susan Abulhawa (Feltrinelli, 2011; trad. di Silvia Rota Sperti), scelto dal network di attivisti Librarians and Archivists with Palestine (LAP) come primo libro per “One Book, Many Communities”, una campagna di lettura internazionale che ha l’obiettivo di celebrare la letteratura palestinese e sostenere il popolo palestinese. 

View original post 242 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.